Avvocato Ambiente Studio Legale Ambientale

Informazione aggiornata sul Diritto Ambientale e dell'Energia.

Violazioni paesaggio

by admin - gennaio 21st, 2011.
Filed under: Beni Ambientali/Culturali, diritto penale ambientale. Tagged as: , , , , .

BENI CULTURALI ED AMBIENTALI e VIOLAZIONI PAESAGGISTICHE

Il reato di cui all’art. 181 del D.Lgs. 22.1.2004, n. 42 (“Chiunque, senza la prescritta autorizzazione o in difformità di essa, esegue lavori di qualsiasi genere su beni paesaggistici e’ punito con le pene previste dall’articolo 20 della legge 28 febbraio 1985, n. 47”) è reato di pericolo e, pertanto, per la configurabilità dell’illecito, non è necessario un effettivo pregiudizio per l’ambiente, potendo escludersi dal novero delle condotte penalmente rilevanti soltanto quelle che si prospettano inidonee, pure in astratto, a compromettere i valori del paesaggio e l’aspetto esteriore degli edifici.

I caratteri distintivi in senso di maggiore gravità, della nuova previsione penale dell’art. 181, comma 1 bis, D.Lgs. n. 42/2004 (introdotta dalla legge 15.12.2004, n. 308) hanno inciso così pesantemente sulla struttura della fattispecie originaria dell’art. 181, 1° comma, da determinare un aggravamento quantitativo e qualitativo della pena, che è sfociato nella diversa qualificazione del reato da contravvenzione a delitto. Inoltre, la fattispecie di cui all’art. 181, comma 1 bis, D.Lgs. n. 42/2004 è punita a titolo di dolo generico. Quanto al risarcimento del danno riconosciuto alla parte civile, costituendo l’ambiente naturale un bene pubblico di rango costituzionale, la lesione di esso fa sorgere in capo alle pubbliche amministrazioni preposte alla sua tutela il diritto al risarcimento anche del danno non patrimoniale derivatone.

Tale diritto deve ritenersi configurabile anche per le associazioni di protezione ambientale riconosciute ai sensi della legge 8.6.1986, n. 349, sia come titolari di un diritto della personalità connesso al perseguimento delle loro finalità statutarie, sia come enti esponenziali del diritto assoluto dell’ambiente.

Inoltre, il danno non patrimoniale costituisce “danno-conseguenza” e non già “danno-evento” (Cass., Sez. Unite civ., 11.11.2008, n. 26972), sicché esso non si connette, come una specie di pena privata, al mero accertamento della compressione formale del bene ambiente.

4 Responses to Violazioni paesaggio

  1. [...] la posizione delle suddette associazioni di protezione ambientale (o faunistica) riconosciute, certamente differenziata da quella della generalità dei consociati, [...]

  2. [...] legittimazione delle associazioni per la tutela ambientale pone dei problemi correlati  all’identificazione dei relativi soggetti. Ancora oggi, [...]

  3. [...] caso di specie, il ricorrente si era visto negare il rilascio di autorizzazione paesaggistica in sanatoria, a causa del parere negativo della Soprintendenza di riferimento (sulla base [...]

  4. [...] Si tratta del caso in questione, dove il Comune di Agerola ha previsto una zona di questo tipo ed ha rilasciato l’autorizzazione paesaggistica, incorrendo nell’impugnazione che ha portato all’annullamento del permesso davanti al TAR Campania. [...]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.